venerdì 11 maggio 2012

Oasap fashion: Rock Summer ♥


Salve ♥



Post per parlarvi dell' ultimo stile scelto per parlarvi dei prodotti Oasap Fashion, un rock estivo che supporti la propria femminilità, lasciando il segno di noi, del nostro passaggio ovunque ci si trovi...



Che sia in città o per feste in spiaggia, l' anima rock è irrinunciabile, dagli abiti agli accessori, fino ai dettagli più particolari...


Una miscela di decisione e imponenza e di dolcezza femminile... imperdibile!
Personalmente adoro mantenere questo stile, anche nella stagione calda, che ormai incalza.

Vi ricordo gli altri stili ( visitate i post! ):



Registrandosi ATTRAVERSO QUESTO LINK " Oasap >click!< ", si ha diritto al 20% di sconto!




Come detto le spedizioni sono gratuite per tutti i paesi.



Visitate il sito!


Un bacio ♥
·٠•● Leggi tutto...

mercoledì 9 maggio 2012

Oasap fashion: Woman Instinct, Animalier ♥


Salve a tutti/e!
Come precedentemente detto, adoro il sito Oasap Women's Fashion Apparel, di cui vi ho parlato nei seguenti post:




Ricordate:

Registrandosi ATTRAVERSO QUESTO LINK " Oasap >click!< ", si ha diritto al 20% di sconto!



Come detto le spedizioni sono gratuite per tutti i paesi..



Me ne sono innamorata, poichè vi ritrovo tutti gli stili che amo e ho deciso, dunque, di parlarvene selezionando i prodotti Oasap a fasce, cioè raggruppati per temi centrali, stili portanti, come nel precedente post, dedicato al look fatoso primaverile..

Oggi, passiamo ad uno stile per cui l' oggettività annega tra l' odio e l' amore continuo: il look Animalier.



Stampe e tinte ispirate dal mantello di animali selvaggi ( molto in voga negli anni '80 ), ispirato dalle ricche donne greche e romane che facevano delle pelli degli animali vinti, mantelli e abiti, diventati " icone di stile" del tempo.
Il look Animalier, considerato pacchiano dalle più e puro amore dalle ragazze più originali; ma qual è la verità?

Bisogna avere giuste regole, pur essendo il gusto puramente soggettivo, per non apparire un miscuglio senza senso, pacchiano e totalmente poco femminile.
Analizziamo meglio questo stile, prima di dare delle conclusioni. Basilare: mai combinare “razze” diverse, come : zebrato con piume, tigrato con leopardato ( questo è molto comune, ahimè! )

Innanzitutto dobbiamo dividere la categoria in 3 gruppi principali:

a) Animalier bianco e nero: a questa categoria possono appartenere zebrato, leopardato, pitonato, etc, ma tutti sono realizzati in scala di grigio. Siamo fortunate: questo è il caso più semplice perchè bianco e nero sono 2 colori assolutamente neutri e ci permettono di abbinarli quasi con tutti gli altri colori. Partiamo dai colori da evitare: assolutamente il blu notte, il beige, il dorato, quel gruppo di colori "autunnali" come il mattone ed il verde sottobosco; inoltre, starei molto attenta anche ai colori pastello (rosa, azzurrino, lilla, ecc) perchè possono risultare amalgamati col bianco e non risaltano. Questo è il caso in cui possiamo usare i colori più forti e di carattere: verde smeraldo, rosso, blu cobalto, viola, fucsia.
 Attenzione anche ad abbinare i materiali, non mettiamoci vicino lurex o laminati ma manteniamoci su tessuti sobri, poichè la fantasia è già un' imponente protagonista.


b) Animalier beige/marrone: a questa categoria appartengono tutti i leopardati, tigrati classici con base più o meno chiara.
 In questo caso, l’abbinamento non è sempre semplice, perchè la fantasia può essere formata da due o, molto più frequentemente, più colori: beige, sabbia, nero, vari toni di marrone, ecc.
Come regolarci in questo caso?
Una regola per non sbagliare è abbinare uno dei colori presenti nella fantasia. Anche in questo caso, ci sono degli accorgimenti: innanzitutto il colore deve essere identico altrimenti rischiamo di rendere il look confusionario e comunque stonato.
 Inoltre, cerchiamo di riprendere uno dei colori che è in minoranza. Ad esempio, se il leopardato ha base in prevalenza chiara (beige o sabbia) NON abbiniamo uno di questi 2 colori, ma uno degli altri che può essere il nero o il marrone.
 Anche in questo caso, però, se vogliamo osare qualche colore possiamo buttarci sul rosso (abbinamento classico), sul corallo, sul verde smeraldo, sul fucsia o ciclamino. 


c) Animalier colorato: qui facciamo rientrare tutte quelle fantasie che non hanno i colori originali. Quindi rossi, verdi, rosa, prugna, ecc.In questo caso, seguiamo queste regole.

La fantasia ha 2 soli colori in uguale proporzione: abbiniamo uno dei due, tendenzialmente il più scuro che è ( quasi ) sempre il più sobrio

La fantasia ha 2 soli colori in proporzioni diverse: in questo caso possiamo abbinare il colore di maggioranza, SOLO se questo è il tono più scuro (ad esempio, il nero) altrimenti puntiamo sul colore meno presente. 

La fantasia è formata da più colori: abbiniamo con sicurezza il più scuro o comunque uno di quelli in minor presenza.



Se non vogliamo attenerci a queste regole, perchè vogliamo rendere più personale il tutto, esprimere liberamente noi stesse, almeno cerchiamo d' attenerci a questo memorandum/guida:

Per prima cosa, mai più di un capo maculato: ad esempio, se volete indossare un paio di ballerine o un paio di stiletti in questa fantasia, optate per maglia, borsa, pantalone o gonna in tonalità neutre, beige, nero, marrone o crema. 
Lo "stile della giungla", può essere letto in diverse versioni: pin up, rock con il nero o chic con i toni del marrone o crema. Vogliamo osare con un dettaglio fluo? Limitiamoci, allora ad una cinta sottile da portare in vita, un paio di orecchini a bottone, un anello o, al massimo, una pochette: eviterei il colore su gonne, pantaloni, o scarpe … se proprio non resistete, ricordatevi che scadere nella volgarità con l’animalier è molto facile! Alcune proposte? Anni ’50 per il giorno: jeans scuri, leggermente risvoltati, Top bianco e peep toe o ballerine maculate. Minimal: pantaloni beige, Top o camicetta maculata, sandalo o ballerina cuoio, testa di moro o beige. Per la sera: “une petite robe” leopardata, con orlo leggermente sopra il ginocchio e sandalo semplice, nero e alto.

Pertanto, il mio consiglio?
Seguite per ciò che potete le regole o la guida qui descritta se siete pronte a farvi notare con decisione, se, invece, volete avvicinarvi a questo stile, vi consiglierei di optare per dettagli inizialmente, come scarpe, borse o accessori ( foulard, occhiali, bracciali, ecc) e poi saprete se vi trovate a vostro agio con questo stile, perchè RICORDIAMO: lo stile non è una cosa di cui ci si appropria ma l' espressione di noi stesse. 


Dato questo stile, il makeup non potrà che essere sobrio, senza troppi eccessi di fantasia.


Ebbene, ecco i prodotti dal sito Oasap che esprimono al meglio, secondo me, la mia idea di stile Animalier, istinto femminile felino, dalla micina dolce alla tigre più aggressiva...




Prorompente e ammaliante, la donna può essere ambivalentemente selvaggia o accondiscendente, il tutto sta nelle coccole! ( o nella manina che perderete, maschietti, se la donnina davanti a voi non è poi così micina, quanto invece è tigre! grr)


Col giusto stile e gusto, lo stile Animalier è sofisticato e, addirittura, elegante, profondamente femminile...



La mia idea dello streetwear Animalier...




Finalmente lo zebrato!
Decisamente più raro, apprezzato ed usato molto meno delle altre stampe, ma sempre regolato dal buon gusto, per un effetto très sexy!




Non vogliamo dimenticarci, certamente, del serpente, amato ed odiato sin dai tempi di Eva e, contemporaneamente, associato sia alla figura femminile che del peccato...




E per le più giovani?
Stampe da farfalla!


Principessine rivestite di dolci e leggiadri animaletti come farfalle e uccellini stampati sul pizzo...




Eccovi, dunque, lo stile scelto per questo post, l' Animalier e le semplici regole per apparire al meglio.
Sto crescendo molto interessandomi allo stile e alla moda, imparando molte cose nuove, che mano a mano condivido con voi..♥


Un bacio ♥
·٠•● Leggi tutto...

lunedì 7 maggio 2012

Oasap: E se volessi un look fatato? ♥ Spring Fairy ♥


In questo secondo post in tema "Oasap fashion", ho scelto di seguire un tema preciso e così sarà per i prossimi post di moda o trend vari che mi ispirano.
Ma facciamo un passo indietro!
Vi avevo parlato dell' azienda in questo post: OASAP Fashion: Women's High Street Fashion ♥ .

Il sito Oasap fornisce a buon prezzo, ottimi prodotti di qualità che rispecchiano i trend del momento, nel modo migliore possibile, secondo me; infatti, lì ho trovato i primi riscontri del ritorno della moda anni '60/'70/'80...


Ricordate:

Registrandosi ATTRAVERSO QUESTO LINK " Oasap >click!< " ( clicca su! :D ), si ha diritto al 20% di sconto!




Come detto le spedizioni sono gratuite per tutti i paesi..




Ora, per questo post ho avuto l' idea di trattare uno stile ben preciso, adatto alla primavera: fresco e raffinato, donni leggiadre, quasi vintage a tratti e in altri feline, delle fate primaverili..





Colori pastello o colori vivaci, Pizzo o pelle, le fate primaverili racchiudono in sè una profonda eleganza...





Abiti più comuni accostati ad abiti più particolari o anche " tradizionali", per le fatine che si sentono veramente libere!



La soluzione primaverile di Oasap, è un inno alla donna, in tutto e per tutto. Fresca e leggiadra, libera e tenera, forte e combattente, la donna riesce sempre ad essere divina, una fata unica.




E per la città? No problem! Le donne non rinunciano al proprio carattere nemmeno in città o nella vita quotidiana. La donna è costantemente un mondo attivo su più punti..



E, naturalmente, sono i dettagli a definire anche un semplice abito. Sono i dettagli che rivelano la nostra personalità, ciò che scegliamo, ciò che amiamo, ricorda tutto ciò di cui abbiamo bisogno: costante amore.




Spero che questo leggiadro e sognante post vi sia piaciuto ♥

Un bacio ♥
·٠•● Leggi tutto...

Premio Liebster Blog "Les Secrets de Beauté"


Post velocissimo per segnalarvi il premio conferito a "Les Secrets de Beauté" da Maria Rosaria de That's my own world .
Vi consiglio caldamente di visitare il suo blog: è carinissimo e c'è passione vera dietro ciò che scrive.
La ringrazio infinitamente, perchè mi fa davvero tanto piacere, adoro vedere apprezzato il mio lavoro.



Le regole di rimando per questo premio, sono:
  •  Nominare chi vi ha assegnato il premio
  •  Mettere il banner nel proprio blog
  •  Donarlo a 5 blog con meno di 200 followers
  •  Avvisare chi riceve il premio con un messaggio sul blog
Ma cos'è il " Liebster Blog Award"?
 La parola  "Liebster" deriva dal tedesco e significa "amabile". Quindi, in questo caso, il blog preferito.

I blog che amo leggere sono molti, ma attenendomi alle regole, vi segnalo questi:

  1. http://thatsmyownworld.blogspot.it/ : la seguo spesso, mi piace davvero come scrive.
  2. http://desidero-creare.blogspot.it/ : blog carinissimo, da cui prendere deliziose idee creative.
  3. http://harleanrose.blogspot.it/ : blog dal fascino unico, è perfezione.
  4. http://sajiconnor.blogspot.it/: blog frizzante, dalle mille passioni.
  5. http://deirdredixit.blogspot.it/: adoro leggere i suoi post, vive nelle parole che scrive, vere e pure.
Tuttavia, passo molto tempo a visitare anche molti altri blog!

Le ragazze citate verranno presto contattate e dovranno attenersi alle regole del premio v.v

Un bacio ♥
·٠•● Leggi tutto...

domenica 6 maggio 2012

Ma che blogger sei? -Rebel Post-


Questo post nasce dal mio animo di blogger che si ribella a quanto leggo e vedo da tempo.
Non vuole di certo mettere la mia persona su un livello superiore rispetto ad altri, nè denigrare o svalutare altri blog e altre persone, ma la perseveranza, con presunzione, nell' ignoranza, non è tollerabile.




Pertanto, non sentitevi presi/e in causa singolarmente, dato che col mio discorso voglio solo dirvi che di qualsiasi cosa vi occupiate, di qualsiasi tema sia incentrato il vostro blog, come bloggers, appunto, siamo tenute/i ad osservare e rispondere di ciò che scriviamo: dovrebbe essere vero, personale, non da mercenari, con un linguaggio quanto più corretto, per rispetto nostro e di altri e, soprattutto, siamo tenuti/e ad informarci su ciò che scriviamo, su prodotti, nozioni, ecc.

Entriamo nel dettaglio:

L'interno della confezione si presenta in questo modo!
come potete notare non è troppo scuro rispetto alla mia carnagione, nonostante che,in altri prodotti analoghi, io usi la tonalità più chiara!!

e ancora..
Non conoscendo molti prodotti mi è subito piaciuto!
Lo utilizzavo giornalmente!
Mi aveva colpito il fatto che non si consumava mai!!!nonostante l'uso continuo!
Con il passare dei mesi e con lo "studio" di questo brand mi ha iniziato a piacere meno! perchè esplorando avevo trovato un'equivalente migliore!!!
Ve ne parlerò in un altro post ovviamente!!!

No, no. Decisamente, no. Non puoi scrivere un post di mezza pagina con frasi senza minima punteggiatura, senza una logica, una sintassi decente e le frasi non possono finire tutte con punti esclamativi!
Il tono si alza e leggere il post diventa una fatica per il lettore, per questo invito l' autrice/ l' autore di queste " cose" a rivedere qualche regola per scrivere al meglio ciò che ha da dire, non per presunzione o superbia, ma per rispetto di chi legge e, diciamocelo, anche della stessa persona che scrive. Non è accettabile. Se devono esistere migliaia di blog fatti " alla meglio", ok, ma non condivido, poichè abbiamo il compito di scrivere nel modo migliore possibile.

Un altro caso e qui vi riporto sia il mio commento che il commento di risposta non sense, che mi ha leggermente irritata poichè elude totalmente ciò che ho detto, col solo fine di attaccare chi fa notare una cosa che smonta tutto ciò che si è detto, invece d' informarsi e maturare, conoscere sempre più cose, anche attraverso un confronto, sempre su basi di rispetto. Ecco, dunque:

  • Me:
Ciao! Bella recensione, ma trovo strano che un prodotto DETERGENTE possa anche essere idratante, come i prodotti due in uno comuni, esempio latte detergente e tonico, totalmente falsi perchè il latte si risciacqua ed elimina le impurità mentre il tonico no, per riacidificare il ph della pelle. Dunque, anche qui, detersione e poi crema che dovrebbe essere idratante, mm non mi convince.. tu c' hai pensato?

Un bacio!
Roby

  • La risposta, totalmente scioccante, da parte dell' autore/ autrice del post:
Roberta si che ci ho pensato e ti confermo quanto ho scritto. non ho nessun vincolo e nessuna collaborazione con le aziende percui non ci guadagno nulla a dirti una cosa per un'altra ^^. Questa é la mia esperienza del tutto soggettiva. Io mi trovo bene con questo prodotto, io che detesto i saponi solidi e detesto metterci del tempo per andare a nanna. quando sono stanca uso questo prodotto e non metto la crema dopo eppure ho il medesimo risultato di quando uso il mio attuale detergente e la crema dopo.
Ma...che? Non mi pare d' aver insinuato nulla o.o
Nè chissà che cosa, come invece accusata nella risposta e non toccavo nemmeno l' esperienza soggettiva, assolutamente. Ponevo solo la questione della validità reale dei prodotti 2 in 1 tanto comuni, che però, per logica, non potrebbero essere accostati, se ci si riflette un pochino su. Per dircela chiaramente: non voglio sentire storie, non esiste un detergente che sia anche tonico, nè un sapone che sia anche idratante, per il sistema chimico proprio e per il fine stesso dei prodotti, contrastanti.
Ma, comunque, non ho risposto con presunzione, perchè non si sa mai cosa possano inventare le aziende, nuovi brevetti, nuove particolarità chimiche che consentono i due utilizzi contrastanti insieme, chissà..
Per questo chiedevo, ma come risposta ho ricevuto un vero e proprio attacco totalmente evitabile.
Assolutamente sgradita la cosa e l' atteggiamento; se ti poni al pubblico, scrivendo un blog o facendo anche video, automaticamente accetti un patto di rispetto per chi scrivi o parli e di certo mettere le mani avanti e peccare di presunzione non è d' aiuto.


Ultimo caso, scottante per molte, in quanto molte ragazze ne sono state coinvolte nell' ultimo periodo:
una nota azienda di makeup in crescita dall' eredità culturale di un meraviglioso e magistrale makeup artist, la cui linea ha fatto storia, ha proposto a molte bloggers una collaborazione, inviando i propri prodotti. Ora, con questi prodotti ho passato un anno circa di collaborazione lavorativa/ didattica, insieme ad altre ragazze e, dunque, sono stati testati più volte, da molte ragazze e i prodotti si sono rivelati spesso mediocri, proprio nella resa. E tale era, comunque, il riscontro delle makeup artists sul web, non che un' opinione debba incidere su altre, ma per informarvi quanto fosse ormai conosciuta la mediocrita o, al massimo, sufficienza di resa di questi prodotti.
Naturalmente e mi duole dirlo, ora che sono stati ricevuti i prodotti in omaggio, via agli elogi!
Ma scherziamo?
Ogni opinione è soggettiva, ma dalle testimonianze delle stesse, come foto ecc, risulta la scarsa resa dei prodotti, tuttavia si ostinano a parlarne bene per convenienza.
Trovo tutto ciò inadatto ad ogni blogger che si rispetti, in qualsiasi campo e consiglio a chi lo fa di evitare di scrivere, perchè di prese in giro già ce ne sono troppe normalmente e siamo qui per fare informazione, avendone di reali, prima, noi stesse/i.

Riceverò sicuramente attacchi per ciò che ho scritto, ma sono cose ben confutabili a livello di blog vari e quindi voglio peccare d' orgoglio nello scrivervi questo post ribelle a tutte le situazioni sopra descritte.


Gradirei, comunque, la vostra opinione a riguardo.
Un bacio ♥
·٠•● Leggi tutto...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...